Tumblr Mouse Cursors
Differents queens xt/javascript" src="http://www.totallylayouts.com/totallyplayer/vintage-music-players/player_v_2.js?id=2955751" data-config="'playback':{'autostart':'true','shuffle':'true','volume':'70'},'playlist':[{'id':'21203841','player_id':'2955751','title':'Oceans','url':'http://http://www.youtube.com/watch?v=dy9nwe9_xzw'},{'id':'21203851','player_id':'2955751','title':'king of heaven','url':'http://http://www.youtube.com/watch?v=kciHHQL5tFY'},{'id':'21203861','player_id':'2955751','title':'Love is war','url':'http://http://www.youtube.com/watch?v=5T1HODe7lqY'},{'id':'21203871','player_id':'2955751','title':'All I need is You','url':'http://http://www.youtube.com/watch?v=MV63_Vmf-74'},{'id':'21203881','player_id':'2955751','title':'Everyting','url':'http://http://www.youtube.com/watch?v=fjDojEOiMcE'}]" >
"Vieni via con me…"
"Accettiamo l’amore che crediamo di meritare"

Prigione gialla

Mi mancano quei giorni. Mi mancano le croccantelle prese al bar e la fatica che facevo a racimolare i soldi per comprarle. Mi mancano le intere lezioni di T.A.C. passate su fb, a giocare a pou, a mangiare di nascosto, a fare fotografie o guardare fuori dalla finestra. Mi mancano i pochi minuti della ricreazione che passavo in quello schifo di bagno che puzzava di pipì, di spinelli e di detergente da quattro soldi. Mi mancano le risate dei miei compagni nelle miriade di ore buche che abbiamo avuto, l’accento bresciano di Nicolò, la chitarra di Andre, le sfuriate di Flavio… Mi manca la presenza della mia più grande amica, mi manchi tu Camy, mi manca la tua presenza nella quotidianità della scuola. Mi manca il Gambara e le sue fredde aule che cadono a pezzi. Mi manca ritrovarmi dopo le lezioni, con una piadina sul freddo marmo del muretto del cortile. Mi mancano i momenti di afflizione dopo una canata e la gioia immensa che provavo quando prendevo 8 nelle verifiche di sociologia. Mi mancano i professori pazzi e fuori di testa, il bar sempre pieno, le risate nei giorni di pioggia, i coretti improvvisati…

La mia nuova scuola fa schifo. Non c’è un bar, ci sono le macchinette. Non c’è Camy, non c’è un muretto di marmo, non c’è musica, non c’è follia, non c’è armonia, non c’è la porta del bagno, non c’è atmosfera; non è una scuola, è una prigione! Un orrenda prigione silenziosa e fredda color giallo polenta. E la cosa peggiore è che sono circondata da occhi vuoti, da visi monotoni, da corpi estranei. Mi sento incatenata a un termosifone, cerco di scappare, di volar via; ma ogni volta che sto per aprire la porta della mia vecchi classe e riabbracciare i miei amici, mi risveglio lì, in quel banco in ultima fila. Sono sempre lì, sono sempre io, ancora legata e incapace di muovermi, incapace di piangere… Incapace di alzare la testa ed andare avanti… Il mio confine sarà e rimarrà sempre tra quelle quattro mura gialle…

A snazzyspace.com Theme A snazzyspace.com Theme